Si sta strappando il vestito di dosso, con una foga che gli accorcia letteralmente il fiato. I suoi movimenti sono bruschi. E corti. Tiene in mano brandelli di tessuto lucido che poi lascia cadere nel cassonetto che ha a fianco. Quello che sta facendo a pezzi doveva essere un abito da scena, raccattato chissà in quale mucchio di scarti teatrali. Più simile ad una bomboniera che ad un vestito da donna. Per strada ci siamo solo io e lui. ...